Continuando la navigazione, accettate l’utilizzo di cookie o di tecnologie analoghe che utilizziamo anche di terza parte, per la buona navigazione di questo sito, la diffusione di pubblicità mirata e di contenuti pertinenti ai vostri interessi nonché alle analisi di utilizzo del sito. Per migliorare continuamente la protezione dei vostri dati personali, abbiamo aggiornato la nostra politica di riservatezza Per maggiori informazioni

Mathilde e Yvan optano per una stanza in più… nel giardino!

Un capanno da giardino diventa stanza dei giochi

 

 

Mathilde e Yvan vivono a Cavalaire. A casa loro, il mezzanino ha sempre fatto da salottino. O meglio, questo succedeva prima! Genitori di due maschietti hanno, da qualche anno, dovuto rinunciare al loro angolo TV-biblioteca… Addio divano, buongiorno calcio-balilla! Per ritrovare il loro posto, hanno avuto un’idea: delocalizzare la stanza dei giochi, in un capanno da giardino. I bambini potrebbero ricevervi i loro amichetti e si divertirebbero tranquillamente mentre mamma e papà approfitterebbero di un po’ di tranquillità…

 

 


La scelta del capanno

Dopo alcune ricerche su internet, Mathilde e Yvan decidono di orientarsi verso un capanno di 7,5 m², una superficie già interessante che offre uno spazio piacevole ai bambini. Quello che cercano? Qualcosa di comodo che durerà nel tempo. Per Mathilde, è anche importante che il capanno si « confonda » con la natura per sposarsi col loro giardino campestre. La scelta si concentra allora su un modello in resina dalla decorazione “quercia naturale”. Ha l’estetica, il fascino ed il calore del legno, senza richiedere una manutenzione specifica. Delle finestre per lasciare entrare la luce, una serratura sulla porta per proteggere la roba dei bambini… È perfetto, c’è tutto!

 

 

Consegna ed installazione del capanno

È il giorno G, l’addetto alla consegna arriva con il capanno. Mathilde e Yvan se ne impossessano e lo portano in fondo al giardino, sulla soletta di cemento che hanno dovuto far posare (lo richiedeva il modello scelto!). Non resta che mettersi al lavoro e, per fortuna, niente pioggia in programma. Prima tappa: posare le guide sul pavimento. Muniti di trapano, di avvitatrice, di maschere e di guanti, i due accoliti se la cavano piuttosto bene. Bisogna ormai montare le pareti; i pannelli s’incastrano insieme facilmente. Infine, rimane da posizionare gli elementi del tetto. Dopo una buona giornata di lavoro, il capanno sembra essere spuntato in mezzo al giardino!

 

 

Disposizione del capanno

È tempo di finalizzare la stanza dei giochi ed oggi, tutti si rimboccano le maniche! I bimbi, armati di gommini adesivi, ricoprono le pareti di poster: Raoul ÇaRoule, Spider Man… Ci sono tutti! Mathilde e Yvan, quanto a loro, montano delle scaffalature un po’ ovunque per mettervi la TV, la playstation, le scatole dei giochi dei bambini, ecc. Hanno d’altronde optato per delle scaffalature componibili in larghezza ed in altezza che si agganciano tra di loro; un sistema ideale con l’avvicinarsi del Natale, perché permette di aggiungere altre scaffalature in tutta semplicità! In fondo alla stanza, sono stati collocati dei pouf ed un super divano Cars. Manca solo il Graal : il calcio-balilla. I bambini ed il loro papà vanno a prenderlo in casa. Ed ecco, il gioco è fatto! Un bel lavoro di squadra che meriterebbe proprio una partitina, non è vero?